NIDI è il fondo della Regione Puglia a sostegno delle nuove iniziative d’impresa

Nidi agevola nuove imprese ed autoimpiego

Possono beneficiare dell’agevolazione i soggetti appartenenti ad almeno una delle seguenti categorie:

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni;
  • donne di età superiore a 18 anni;
  • disoccupati che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato nell’ultimo mese;
  • persone in procinto di perdere un posto di lavoro;
  • i titolari di partita IVA non iscritti al registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la domanda, abbiano emesso fatture per meno di 30.000 € verso non più di due differenti committenti.

Le imprese devono operare in una delle seguenti categorie:

  • intendono esercitare una nuova attività e non hanno ancora costituito l’impresa;
  • siano titolari di imprese costituite da meno di 6 mesi e non ancora avviate (non hanno emesso la prima fattura)
  • siano titolari di imprese che, pur se costituite da più di 6 mesi, risultino attive.

contributo a fondo perduto e prestito rimborsabile per nuove imprese in puglia

Progetti ammissibili per il bando NIDI

Per poter essere finanziati i progetti devono rientrare in una delle seguenti categorie:

NUOVE ATTIVITÀ nei settori: manifatturiero, costruzioni ed edilizia; riparazione di autoveicoli e motocicli; affittacamere e bed & breakfast; ristorazione con cucina; servizi di informazione e comunicazione; attività professionali, scientifiche e tecniche; agenzie di viaggio; servizi di supporto alle imprese; istruzione; sanità e assistenza sociale non residenziale; attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento; attività di servizi per la persona; commercio elettronico.

PASSAGGIO GENERAZIONALE:  Il passaggio generazionale consente di richiedere le agevolazioni in caso di intenzione di rilevare l’azienda esiste di un parente o affine.

COSTI DI INVESTIMENTO  AMMESSI:

  • macchinari di produzione, impianti, attrezzature varie e automezzi di tipo commerciale;
  • programmi informatici non personalizzati;
  • opere edili e assimilate, entro il 30% della somma delle voci precedenti.

COSTI DI GESTIONE AMMESSI:

  • materie prime, semilavorati, materiali di consumo;
  • locazione di immobili o affitto apparecchiature di produzione;
  • utenze: energia, acqua, riscaldamento, telefoniche e connettività;
  • premi per polizze assicurative;
  • canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati, per servizi software, servizi “cloud”;

Le agevolazioni previste dal bando

Le forme di agevolazione previste sono diverse a seconda del valore dell’Investimento.

In caso di avvio attività con investimenti fino a € 50.00,00 l’agevolazione è pari al 100% metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.

Per investimenti compresi tra € 50.000,00 ed € 100.000,00 l’agevolazione è pari al 90% metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.

Per investimenti compresi tra € 100.000,00 ed € 150.000,00 l’agevolazione è pari al 80% metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.

E’ previsto un contributo pari a €10.000,00 sulle spese di gestione per l’avvio dell’attività.

Link di approfondimento

PRONTO INCENTIVI

Scopri in modo del tutto gratuito se puoi accedere a questa importante opportunità. Compila il modulo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui